venerdì 29 agosto 2014

Credere nell'Amore

Ormai ne sono certo: l'Amore c'è, è la sostanza fondamentale dell'Universo. Il suo opposto è la Paura, che è una temporanea mancanza d'amore. Dalla paura discendono tutti i guai.

Credo nell'Amore, nell'amore degli uomini e delle donne, nell'amore di Dio.
Nessun malinteso può durare a lungo, nessuna vita che non abbia per obiettivo la ricerca dell'amore ha un senso.
Capita a volte di vivere senza amore, o - per meglio dire - a "ridotto apporto d'amore". Sono i periodi bui, quando abbiamo perso di vista l'essenza divina che dimora in noi.
In quei momenti rischiamo di perdere il rispetto per noi stessi, perchè magari qualcuno ci ha fatto sentire inadeguati.
Non dobbiamo mai dimenticare che noi tutti siamo degni d'amore, sempre, indipendentemente da ciò che abbiamo fatto, da ciò che sappiamo fare, da quanto siamo o non siamo bravi.
Se sapremo metter da parte le nostre stupide paure, allora riconosceremo l'amore che pervade la nostra vita.
Ce n'è tanto, tantissimo, più di quello che possiamo immaginare. E darlo agli altri non lo fa diminuire, anzi lo moltiplica.
Quando approdiamo nella dimensione dell'amore, la serenità e la saggezza diventano disponibili e la nostra vita ne è arricchita.
Impariamo a perdonare, prima di tutti noi stessi e poi coloro che ci hanno fatto del male: il perdono è l'Amore che con la sua forza sconfigge la Paura.

All'inizio di "La lingua perduta delle gru", David Leavitt cita il poeta americano James Merrill con le seguenti parole:
"Perdonami se leggi questo.../ Vivevo da tanto senza amore /Che non sapevo più cosa pensavo".

Mai più senza amore!